La sedia eco-friendly che, senza perdere la tendenza di moda, nasce dal riciclo di materiali di scarto.

È un best seller di Casprini. La prima sedia monoblocco trasparente stampata in gas moulding. Ora Tiffany diventa anche eco.
Per rispondere al bisogno comune di un approccio ecologico alla vita, l’azienda specializzata in sedute di design, non ha cercato la facile scorciatoia di un’etichetta che lava solo la coscienza, bensì ha dato una risposta seria e concreta ai problemi dell’eco-sostenibilità. TIFFANY RECYCLED sono, infatti, particolari versioni di sedia e poltroncina realizzate utilizzando nylon che proviene dal riciclo “chiuso” degli scarti di produzione interni.
Si ottengono due risultati allo stesso tempo: da un lato si evita che tali scarti finiscano in circuiti di smaltimento generici, spesso fittizi; dall’altro, grazie al controllo totale del materiale di partenza, si ottiene un prodotto con qualità meccaniche ed estetiche identiche a quelle della prima scelta. Unico vincolo è l’impossibilità di realizzare colori chiari o troppo accesi. È stata per questo elaborata, come colore specifico per questa versione, una particolare tonalità di grigio scuro, profonda, luminosa e particolarmente brillante.
Altro elemento fondamentale è che questo circuito virtuoso, oltre a comportare una sensibile riduzione degli sprechi e dell’inquinamento, permette anche di realizzare un prodotto ecologico ad un prezzo inferiore rispetto alla produzione standard.
E l’approccio eco-friendly non finisce qui….Tiffany Recycled è ecologica dall’inizio alla fine del suo ciclo di vita: è, infatti, a sua volta riciclabile al 100%.