E’ l’arte di riciclare i vecchi componenti del pc creando gioielli bizzarri e creativi

La geek-jewelry testimonia l’atmosfera attuale di avvicinamento della tecnologia alla natura e ai problemi di smaltimento dei componenti elettronici. E l’arte se ne fa una originale portavoce.

Lo vediamo ad esempio nel sito Geekware, dove Nicola Harper ha ideato anelli, gemelli e orecchini con i tasti di keyboards dismesse.

Proseguiamo poi con la Key Bag, creazione di Joao Sabino , sempre fatta con i tasti, in colorazioni diverse e la classica forma delle handbag.

Si chiama poi Fractal Spin un’azienda americana che attraverso il suo sito web http://www.fractalspin.com/ vende gioielli creati interamente con componenti elettronici: processori, cavi, led, connettori ecc diventano delizie per i “geek”.

Alla geek-jewelry si dedica l’artista Davide Casella  che lavora con circuiti riciclati, in alluminio anodizzato e ottone.

E i circuiti possono diventare spille e forcine per i capelli come vediamo nel sito http://www.etsy.com. E’ incredibile come ogni singolo componente del nostro PC, anche il più insignificante, possa trasformarsi in accessori belli, eco-chic e di tendenza: chip, microprocessori, microcontrollori.

E si può dare il via anche al fai da te!