Come auspicato da molti (ANCMA in primis), il mondo delle due ruote beneficerà degli incentivi anche nel 2010. Arriva infatti dal Governo lo stanziamento di 12 milioni di euro, a partire dal 6 aprile e fino al 31 dicembre 2010. Questo almeno in teoria, visto che si tratta di ecoincentivi “ad esaurimento”, quindi vincolati alla cifra stanziata: secondo molti, basta qualche veloce calcolo per dire fin da ora che si esauriranno ben prima della scadenza fissata. Ma andiamo con ordine.

Moto fino a 95 cavalli (70 kW)
Rottamando una moto od uno scooter Euro 0 ed Euro 1, per l’acquisto di un veicolo nuovo con potenza massima di 95 cavalli, si accede agli incentivi che sono pari al 10% fino ad un massimo di 750 euro sul prezzo d’acquisto. L’ammontare totale degli sgravi stanziati per questo tipo di acquisto è pari a 10 milioni di euro.

Ibridi od elettrici
I restanti 2 milioni di euro vanno a favore di veicoli ibridi od elettrici. Sempre rottamando un Euro 0 od Euro 1, si accede ad un contributo pari al 20% fino ad un tetto massimo di 1.500 euro sul prezzo d’acquisto.

Bicchiere mezzo pieno
Non si tratta di cifre eclatanti, anzi. Secondo le stime, considerando un contributo medio di 400 euro per ogni acquisto, la “coperta” degli incentivi durerà al massimo un mese. Meglio di niente, comunque: il settore auto, giusto per fare un esempio simile, si prepara ad un 2010 senza aiuti.